Perché la rivoluzione industriale è avvenuta proprio in Inghilterra e non altrove, in Europa o in Asia? A questo interrogativo, che è forse in assoluto il principale e più dibattuto nella storia economica, la sintesi di Allen fornisce una nuova e convincente spiegazione collocando la rivoluzione industriale in una prospettiva globale. Nel contesto generale dell’economia del Sei-Settecento, l’Inghilterra aveva infatti, in rapporto agli altri paesi, salari più alti e costi più bassi per l’energia. Ne consegue che solo in Inghilterra potè esservi la spinta a creare e utilizzare le innovazioni basilari della rivoluzione industriale, cioè la macchina a vapore, la filatura meccanica, l’uso del carbone invece che del legno nell’industria metallurgica. Quando poi nel corso dell’Ottocento quelle nuove tecnologie saranno rese meno costose la rivoluzione industriale si diffonderà dall’Inghilterra al resto del mondo.

La rivoluzione industriale inglese. Una prospettiva globale di Robert C. Allen

Editore: Il Mulino
Collana: Le vie della civiltà
Traduttore: Guazzaloca G.
Data di Pubblicazione: febbraio 2011
EAN: 9788815146663
ISBN: 8815146660
Pagine: 397
Formato: brossura

Costo: 29 euro

Prenotalo a info@athenaeumlibri.it

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Facebook
Facebook
Instagram